Palazzo Comunale di Forlì

Il Palazzo Comunale di Forlì è un imponente edificio storico sito nella centrale Piazza Aurelio Saffi a Forlì, già Palazzo della Signoria e del Governo, nonché sede del legato pontificio.

Il nucleo del palazzo, posto idealmente tra il Duomo di Forlì e l'Abbazia di San Mercuriale, risale al periodo intorno al Mille e fu costruito intorno ad una preesistente torre. Nel 1412 successivi ampliamenti lo portarono ad essere la residenza della famiglia degli Ordelaffi, signori di Forlì.

Vi lavorò anche il pittore Leone Cobelli, ma le sue opere sono oggi perdute.

Lo scalone principale e la sala di rappresentanza, "Salone Comunale" o "Sala dei Fasti", sono stati progettati da Antonio Galli da Bibbiena, che terminò i lavori intorno al 1765.

Annesso unito[1] al Palazzo era il Teatro Comunale, progettato dall'architetto Cosimo Morelli ed inaugurato nel 1776[2].

L'attuale facciata è stata ridisegnata, ai primi del XIX secolo, essendo legato pontificio a Forlì il cardinale Stanislao Sanseverino, da Gottardo Perseguiti e Giovanni Bertoni.

Elementi correlati
Mappa
Percorsi